Il futuro che (non) c’è

Alessandro Rosina – Sergio Sorgi

Costruire un domani migliore con la demografia

Università Bocconi, Milano 2016

Welfare, lavoro, cultura, mercato, democrazia, innovazione, sviluppo sostenibile: temi che sempre più spesso evocano apprensione e timori, come se ogni questione di ampio respiro fosse all’origine di nuovi problemi e ulteriori insicurezze. In queste parole, diversamente, si nasconde il futuro, la possibilità di creare un domani del quale sentirsi fieri artefici e non comparse.
Tra le discipline capaci di interpretare i nuovi fenomeni, la demografia ci invita a cogliere la sfida di mettere in relazione positiva l’aggiunta di qualità (e non solo di anni) alla nostra vita con la realizzazione di un nuovo benessere condiviso, per tutti e a tutte le età, non misurabile unicamente in termini di ricchezza materiale.
Per produrre scelte, individuali e collettive, che aumentino la possibilità di vivere meglio domani, dobbiamo però dotarci di strumenti di lettura adeguati ed efficaci, funzionali all’elaborazione di proposte e soluzioni concrete.