Kit di sopravvivenza del risparmiatore

di Gaetano Megale, Flavio Miglioli, Sergio Sorgi

Proteggersi dagli imprevisti, investire al meglio, realizzare obiettivi di vita, sfidare i mercati, gestire la longevità.

Una crisi di mercato di così lunga durata non l’avevamo mai vista. Non solo: titoli che perdono il 90 % in un giorno, migliaia di miliardi (non di lire ma di euro) bruciati in poche settimane, previsioni di ripresa smentite ogni volta dai fatti. Come difendersi ? Come “sopravvivere” difendendosi dalle avversità dei mercati e dagli avversari? Avversari che molte volte siamo noi stessi che, con i nostri comportamenti irrazionali, amplifichiamo gli effetti negativi delle crisi di borsa. Parafrasando Cicerone, l’uomo risparmiatore è sovente il peggior nemico di se stesso.

E allora come sopravvivere ? Certo, non si può non investire. Il Kit di sopravvivenza del risparmiatore non darà tuttavia risposte su come è meglio investire, su quali titoli o in quali mercati. E’ invece una guida utile che identifica i cinque bisogni chiave del risparmiatore e, con il linguaggio semplice e concreto della vita quotidiana, accompagna il lettore nella comprensione e valutazione della coerenza, della razionalità e dell’efficienza dell’offerta rispetto ai propri effettivi bisogni.

A tal fine, sono state individuate le cinque classi di bisogni che esauriscono qualsiasi esigenza economico-finanziaria-assicurativa legata al ciclo di vita proprio e dei dipendenti affettivi:

1. Proteggersi dagli imprevisti. Si tratta della tutela del proprio reddito e della difesa della capacità di sopravvivenza economica dei propri affetti, ossia del mattone di base che consente di proteggere da ogni imprevisto i dipendenti affettivi, di trasferire ad altri i propri rischi cattivi liberando risorse economiche per gli investimenti e gli obiettivi di vita. La protezione riguarda anche la trasmissione ereditaria della ricchezza e dei frutti del lavoro accumulati durante la propria vita. Da qui una particolare cura verso la necessità di “pianificare la successione”.

2. Investire “al meglio”. Si tratta degli investimenti finalizzati alla creazione e gestione di un patrimonio che rappresenti la base finanziaria, coerente con il ciclo di vita del risparmiatore, sulla quale costruire il proprio futuro e quello dei suoi dipendenti affettivi. La creazione del patrimonio interesserà soprattutto i risparmiatori più giovani mentre la gestione del patrimonio avrà come riferimento i risparmiatori più maturi che, di fatto, lo hanno già costituito.

3. Realizzare obiettivi di vita. Sono trattati gli investimenti finalizzati a raggiungere uno specifico obiettivo di vita (casa, università figli, …) ossia delle modalità di definizione di un piano d’investimento che abbia come esito un impiego di risorse definito in termini quantitativi.

4. Sfidare i mercati. Si affronta il tema delle risorse che possono essere impegnate nella ricerca di opportunità di rendimento in tempi brevi. L’approccio, tipicamente speculativo, si basa sulla convinzione che le performance possano essere generate dalla capacità di effettuare previsioni profittevoli. Si disaminerà sulle condizioni razionali con le quali potrebbe essere possibile perseguire tale obiettivo evitando le trappole più comuni e controllando comunque il rischio.

5. Gestire la longevità. Si tratta degli investimenti e delle strategie mutualistico-assicurative finalizzate a raggiungere la qualità della vita attesa durante il periodo del pensionamento, definendo un piano d’investimento e di trasferimento dei rischi che abbia come esito un impiego di risorse opportunamente diversificate e definite in termini quantitativi.

Per ciascuna classe di bisogni sono sviluppate le modalità di una corretta analisi e definizione, la verifica dell’offerta e le modalità del controllo e dell’aggiornamento della soluzione nel tempo.
Il “kit” è composto da diversi supporti. Al libro è allegato un CD ROM che comprende:
– schede di approfondimento di contenuti, per coloro che desiderano approvvigionarsi di un qualche elemento di cultura tecnico-specialistica;
– test di autoverifica, per valutare la padronanza dei contenuti;
– tool interattivi, per consentire una applicazione concreta di alcuni temi proposti nel testo;
– check list, per presidiare efficacemente la qualità della relazione professionale con l’offerente.

· L’originalità del libro consiste nel non proporsi di “professionalizzare” il risparmiatore “fai da te”, giacché le articolazioni e la complessità dell’offerta richiedono comunque supporti e competenze specialistiche. Il libro fornisce una “guida all’acquisto”, ossia uno strumento effettivamente operativo che consenta al risparmiatore di valutare, comparare e controllare la qualità dell’offerta.
· L’utilizzo dei consigli e degli strumenti (schede e tool interattivi del CD Rom) consentirà al risparmiatore di discriminare le situazioni, gli operatori e le offerte in termini di adeguatezza ai propri bisogni, di efficacia delle soluzioni e di efficienza delle proposte sia di tipo assicurativo che finanziario.
· Relativamente al tema del risparmio sono evidenziati tutti gli errori tipici del risparmiatore non evoluto e poco attento alle insidie del mercato e degli operatori.

Gli autori
· Gaetano Megale opera da anni in qualità di consulente e formatore nel campo delle metodologie quantitative e dell’efficienza negli investimenti. E’ presidente di PROGeTICA, società di consulenza e formazione che realizza modelli professionali e strumenti di financial and insurance planning. Con il Sole 24 ORE ha pubblicato il Planning della Finanza Personale (2001) e per il Centro di Formazione de Il Sole 24 ORE realizza corsi nell’area Finanza e Mercati.

· Flavio Miglioli già direttore generale di Xelion, la banca multicanale del gruppo UniCredito Italiano e di UniCredit Fondi Sgr, è attualmente direttore generale di Adalya Banca Immobiliare, la prima ” mortgage bank ” italiana realizzata da UniCredito in partnership con il Gruppo Tecnocasa. Con il Sole 24 ORE ha pubblicato Trading online (2000), Il Planning della Finanza Personale ( 2001 ) e Investire online ( 2002 )

· Sergio Sorgi opera come consulente e formatore nel campo delle metodologie quantitative applicate al trasferimento dei rischi demografico-assicurativi. E’ vicepresidente di PROGeTICA, società di consulenza e formazione che realizza modelli professionali e strumenti di financial and insurance planning. Con il Sole 24 ORE ha pubblicato il Planning della Finanza Personale (2001) e per il Centro di Formazione de Il Sole 24 ORE realizza corsi nell’area Finanza e Mercati.

A chi si rivolge
Tutti i risparmiatori ed agli operatori chiamati a dare risposte professionali sui temi dell’investimento e la previdenza.